"Se le porte della percezione fossero spalancate,
ogni cosa apparirebbe come realmente è: infinita."
(William Blake)




21 - 23 LUGLIO

Venerdì 21 luglio ore 21.30
“Ultima chiamata per Giove” seguirà Osservazione notturna al telescopio.
Giove verrà raccontato attraverso immagini e filmati riprese direttamente a oltre 700 milioni di chilometri dal Sole, grazie alle riprese della missione spaziale Juno che si trova attualmente in orbita attorno al pianeta gigante gassoso, e in questi mesi sta sorvolando il pianeta e ne sta raccontando le sue peculiarità con immagini a risoluzioni mai raggiunte prima.
Avviso importante Si ricorda che i posti disponibili sono limitati, la prenotazione è obbligatoria. Si consiglia inoltre di dotarsi di abbigliamento adeguato soprattutto per l'attività all'aperto ( felpa o giacca a vento ).

Clicca qui per saperne di più...

Sabato 22 luglio ore 21.30
“Viaggi interstellari” seguirà Osservazione notturna al telescopio.
Viaggiare nello spazio alla ricerca di nuovi mondi: il sogno e la fantasia dell’uomo moderno. E’ davvero possibile? Le distanze stellari sono enormi! Per arrivare sulla stella più vicina, Proxima Centauri, con una velocità di 38900km/h (velocità dell’astronave con equipaggio umano più veloce mai costruita dall’uomo) impiegheremmo 126 mila anni!
Avviso importante : Gran parte dell’ attività si svolgerà all’esterno, vi consigliamo un abbigliamento adeguato alle temperature del periodo.

Clicca qui per saperne di più...

Domenica 23 luglio ore 16.00
“Il Sole: nasce la nuova Astronomia” seguirà osservazione del Sole al telescopio.
Scopriremo insieme, attraverso affascinanti e suggestive immagini e filmati, alcune particolarità del Sole, dalle macchie solari , formazioni scure e fredde che appaiono sulla superficie solare e sono indicatori della sua attività, alle protuberanze , getti di materia che si innalzano per centinaia di migliaia di chilometri nello spazio. Dopo la presentazione, in cui mostreremo le principali caratteristiche del Sole, continueremo l’attività pomeridiana all’esterno del Planetario con l’osservazione del Sole al telescopio per cogliere in diretta le macchie e le protuberanze, in totale sicurezza per gli occhi.

Clicca qui per saperne di più...